DOCUMENTARIO / The New Sound Of Music – BBC,1979

Ci sono azioni che uno compie periodicamente e alla lunga diventano compulsive e automatiche, e uno le fa per il gusto di farle, o perché si annoia ma non ha voglia di fare altro. L’internet aiuta, peggiorando le cose. Quello che  faccio quando non ho molta voglia di fare qualcosa di più costruttivo è andare su ebay e guardarmi le drum machine o i synth, comparare i prezzi, inserire i prodotti più interessanti nella lista degli oggetti desiderati. Molto spesso finisco su youtube a guardarmi i video dimostrativi degli aggeggi in questione.

Ecco come si è svolto il mio ultimo ciclo ebay-youtube, e dove sono arrivato alla fine.

Dopo preliminari irrilevanti, mi imbatto nella ROLAND TR 626Vado subito a vedermi un po’ di demo che manco sto a linkarvi. Facendo scalo su un live set di Jeff Mills a Ibiza (con la TR 909, però) arrivo a qualcosa di molto più sostanzioso.

Non ho mai avuto particolare stima per Moby, nel senso che non sono mai riuscito a comprendere il perché abbia fatto tutto quel successo con un tipo di musica che non mi sembra abbia molto di speciale, nemmeno a quel livello mainstream. Non l’ho capito, insomma, poi lo ascolto poco, e non è mai capitato che mi sia venuta voglia di mettere un pezzo di Moby, per dirla tutta. Magari questo video non cambierà di un’acca la mia opinione sulla musica di Moby, ma non posso che nutrire una sanissima invidia per il suo armamentario (apparentemente inesauribile) di macchine analogiche. Guardate un po’, a me era sempre sfuggito. E la sincerità con cui dice “We’re not cool” alla fine dell’intervista è disarmante.

Ma la ciccia arriva adesso: il ciclo youtubarolo mi ha portato a un documentario della BBC, datato 1979, che si presenta così:

The New Sound of Music is a fascinating BBC historical documentary from the year 1979. It charts the development of recorded music from the first barrel organs, pianolas, the phonograph, the magnetic tape recorder and onto the concepts of musique concrete and electronic music development with voltage-controlled oscillators making up the analogue synthesizers of the day.

Un documentario davvero godibile, con tutto il fascino vintage degli oscillatori analogici e l’esattezza di chi sa divulgare anche le cose più astruse senza peccare di pesantezza e scientificità a tutti i costi. L’ho messo in playlist, diviso in quattro parti. Guardatevelo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...