Stream Thy Last Stream – PONTIAK: Comecrudos

Magari la Virginia non è così sconfinata e verde e approssimativamente desertica (nel senso che in qualche maniera simbolica, più che altro, si trova a bordeggiare un deserto, una mancanza, un vuoto orizzontale) come vuole la mia immaginazione al suono della parola Virginia. Ma si dà il caso che i Pontiak fanno di tutto per confermare queste impressioni psichiche. La loro è una musica di orizzonti apparentemente sconfinati, una visione panoptica, trecentosessanta gradi di spazio terreno che sta un pelo sotto il cielo illimitato, è sperimetazione e tradizione, sono gli Anni Settanta più hard misti allo stoner più denso, sono Pink Floyd e drone-metal, psichedelia e distorsioni doom.

Isolazionismo e sconfinamenti.

I Pontiak mettono insieme praticamente tutto il meglio della sperimetazione di matrice rock. E lo fanno in uno studio approntato all’interno di un fienile o capanno degli attrezzi o che ne so io, in casa: il loro suono è artigianale e intimo, la produzione è così sincera che sembra sempre di ascoltare un demo di amici, con la particolarità che probabilmente non ci sarà mai nessun amico che ti farà ascoltare un demo che suona così VERO.

Il loro ultimo disco, Comecrudos, esce a fine giugno. Inizia con un bordone di amplificatori in libera uscita & distorsione rossa e poi va a finire ovunque. Ci sono anche i fiati.

Il promo lo si ascolta in streaming sul sito della ThrillJockey, a questo link.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...